CONFERENZA DEI PRESIDENTI
DELLE ASSEMBLEE LEGISLATIVE
DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

News

Coordinatore

17-07-2014 - ROMA, 17 LUGLIO 2014

Riforme: Brega a Fassino, noi delegittimati. "E dispiaciuto e rammaricato per affermazioni Chiamparino".

(ANSA) - ROMA, 17 LUG - "Le dichiarazioni del presidente dell'Anci, Piero Fassino, sono legittime rispetto al tema della rappresentanza dei Comuni nel nuovo Senato ma la Costituzione assegna chiaramente diversi ruoli ai Comuni ed ai Consigli regionali. Se si crede che consiglieri regionali non hanno ne' autorevolezza ne' legittimità di rappresentare tutti i cittadini questo significa delegittimarli e voler rimettere in discussione tutto". Così il Presidente della Conferenza delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome, Eros Brega (Pd), rispondendo alle dichiarazioni del presidente dell'Anci, Piero Fassino, secondo il quale sono pochi 21 sindaci nel nuovo Senato delle Autonomie. "Sono rispettoso della posizione di Fassino - prosegue Brega - ma la Costituzione ai sindaci dà alcuni ruoli, ai consiglieri regionali ne assegna altri. Ritengo che la delegittimazione verso le assemblee legislative è sbagliata".
Ma Brega va oltre e si dice "dispiaciuto rammaricato" anche per le dichiarazioni del presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, "se dovessero rispondere al vero".
Chiamparino, durante il Forum ANSA di oggi, si è detto non contrario ad una maggiore presenza dei sindaci nel nuovo Senato.
"Sarebbe umiliare - fa notare Brega - il lavoro fatto in questi anni da me e dal presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani, in rappresentanza di tutte le Regioni. Mi chiedo a questo punto per cosa abbiamo lavorato se si vuole rimettere in discussione tutto". (ANSA).