CONFERENZA DEI PRESIDENTI
DELLE ASSEMBLEE LEGISLATIVE
DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Lo Statuto

approvato all’unanimità dall’Assemblea plenaria del 12 luglio 2013

Art. 1
(Istituzione della Conferenza)

  1. E’ istituita la “Conferenza dei Parlamenti regionali”, denominata anche “Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome”.
  2. La Conferenza ha sede in Roma, via Pietro Cossa n. 41.

Art. 2
(Finalità)

  1. La Conferenza è organismo di valorizzazione del ruolo istituzionale delle Assemblee delle Regioni e delle Province autonome e sede di coordinamento e scambi di esperienze per le attività di interesse delle Assemblee legislative. La Conferenza adempie ai compiti previsti dalla legislazione vigente.
  2. La Conferenza promuove gli opportuni raccordi con le Assemblee legislative di ambito nazionale, comunitario e internazionale ed altresì con Assise di carattere non legislativo che connotano contesti regionali in via di definizione istituzionale.
  3. La Conferenza promuove ogni altra iniziativa, anche di natura finanziaria, idonea a valorizzare le funzioni e le prerogative istituzionali delle Assemblee regionali e il loro ruolo di rappresentanza democratica; a migliorare la qualità della legislazione; a sviluppare l’autonomia funzionale delle Assemblee delle Regioni e delle Province autonome.
  4. La Conferenza tutela il ruolo e le prerogative delle Assemblee elettive, anche ripensando e sviluppando le relative funzioni, in stretta connessione con il Parlamento europeo e con il Parlamento nazionale, nonché attraverso una stretta collaborazione con i Consigli comunali e provinciali. In particolare la Conferenza rappresenta le istanze delle Assemblee legislative regionali e perciò:
    1. svolge funzioni propositive e consultive nei confronti delle Assemblee elettive e costituisce sede di riferimento per i rapporti con le Assemblee parlamentari nazionali ed europea;
    2. interagisce con le Commissioni parlamentari in ordine a tutti i temi di competenza;
    3. si relaziona, in rappresentanza collettiva dei Consigli, con la Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni d’Europa (CALRE) e il Parlamento europeo nonché con altri coordinamenti internazionali di omologhe istituzioni legislative;
    4. promuove la crescita del patrimonio culturale, politico e professionale delle Assemblee elettive regionali.
  5. La Conferenza costituisce sede di riferimento del Coordinamento della Difesa Civica Regionale, del Coordinamento dei Comitati Regionali per le Comunicazioni (Co.Re.Com.), del Coordinamento delle Commissioni regionali per le Pari opportunità e del Garante dei Minori e/o dell'Infanzia e Adolescenza. (...)

visualizza il pdf completo